Giornata nera per i treni: nuovi ritardi per un blackout informatico

Nuovo problema – stavolta di natura informatica – causa ritardi sui treni. Dopo i rallentamenti di questa mattina sulla Roma-Firenze, un comunicato del gruppo Fs fa sapere “a provocare i possibili ritardi la temporanea impossibilità di fornire agli equipaggi dei treni la modulistica di viaggio con tutte le indispensabili prescrizioni e le informazioni tecniche necessarie per via telematica”.

“Si procede con la consegna manuale”, aggiungono le Ferrovie, “con allungamento dei tempi. Il guasto ha ripercussioni anche sui sistemi informativi delle stazioni. I tecnici sono al lavoro per ripristinare l’efficienza dei sistemi”

Stamattina circolazione a rilento sulla direttissima Roma-Firenze

I treni in circolazione potrebbero subire ritardi a causa di un blackout informatico che sta interessando il gruppo Fs. È quanto comunica Ferrovie dello stato specificando che i problemi sono riconducibili ad una ditta esterna al Gruppo.

Circolazione ferroviaria rallentata dalle 3,35 della notte scorsa sulla linea direttissima Roma-Firenze a causa dello svio nei pressi di Orte di un mezzo tecnico di una ditta appaltatrice, che stava effettuando lavori di manutenzione per conto di Rete Ferroviaria Italiana.

Fino alla rimozione del mezzo, tutti i treni, sia Alta Velocità sia Regionali, percorrono in entrambe le direzioni la linea convenzionale tra Roma e Orte, con allungamento dei tempi di percorrenza tra i 30 e i 60 minuti. La cosa ovviamente coinvolge sia Trenitalia che Italo.
Rete Ferroviaria Italiana ha avviato accertamenti sulle cause dello svio, che non ha arrecato danni alle persone

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto