Sequestrate 12 tonnellate di tonno avariato: erano destinate al mercato lombardo

Le 12 tonnellate di tonno pinna gialla erano avariate. Per questo i carabinieri della stazione di Monterotondo hanno denunciato a piede libero un imprenditore romano di 37 anni. Contro di lui è stata mossa l’accusa di violazione della disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande. Il ritrovamento è avvenuto nella cella frigorifera di un negozio della zona industriale di Monterotondo Scalo.

Pesce conservato in 8 vasche d’acciaio

Secondo l’ispezione dei militari e del personale veterinario dell’Asl Rm-G, il pesce era conservato in 8 vasche d’acciaio ed era in stato di decomposizione. Dunque non poteva più essere somministrato per l’alimentazione umana. Nonostante ciò i tonni, provenienti da un’azienda di import-export specializzata in prodotti ittici Vibo Valentia, erano destinati al mercato lombardo. Ulteriori accertamenti li sta svolgendo la procura di Tivoli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto