Epifania, a tavola è ancora festa: caramelle al crudo, spezzatino e cioccolato

Le feste natalizie sono passate anche quest’anno, ma rimane ancora un’occasione in cui ci si ritrova seduti a una tavola imbandita: la festa dell’Epifania.
Carbone – tanto temuto dai bambini – a parte, le ricette da proporre il 6 gennaio sono molteplici. Abbiamo selezionato per voi un menu pratico e gustosissimo.

Il primo piatto: caramelle con ripieno di prosciutto crudo

Ingredienti per l’impasto per 4 persone: 400 grammi di farina, 4 uova. Ingredienti per il ripieno delle caramelle: 350 grammi di prosciutto dolce, 200 grammi di parmigiano reggiano, 100 grammi di mortadella, 1 uovo, brodo di carne, noce moscata quanto basta.

Su una spianatoia, si prepara la farina a fontana e si rompono dentro le uova. Si lavora poi dall’esterno verso l’interno, via via aggiungendo tutta la farina. L’impasto ottenuto – che deve risultare liscio – viene fatto riposare, avvolto nella pellicola trasparente, per circa un’ora in un luogo fresco e asciutto. Nel frattempo si prepara il ripieno, tritando mortadella e prosciutto; in un secondo momento si aggiungono il parmigiano, la noce moscata, il pepe e l’uovo.

La consistenza del ripieno viene regolata eventualmente con un po’ di brodo di carne; in modo che non risulti troppo asciutto. Lo si pone quindi in una ciotola in frigorifero per il tempo necessario a tirare la sfoglia, con il mattarello o con l’apposita macchina. L’impasto tirato viene quindi tagliato dapprima in strisce quindi in rettangoli, al centro dei quali viene posto un po’ di ripieno. I rettangoli vengono infine stretti alle estremità, formando delle caramelle che vengono cotte in acqua bollente per qualche minuto, fino alla loro emersione in superficie. Il condimento ottimale per questo tipo di pasta è burro fuso e salvia, con un’abbondante spolverata di parmigiano.

Il secondo piatto: spezzatino con patate e piselli

Ingredienti per 4 persone: 600 grammi di spezzatino di manzo, 1 cipolla, 200 grammi di piselli, 2 patate, 300 millilitri di brodo di carne, 1 tazzina di vino bianco, farina olio e sale quanto basta.

Dopo aver tagliato a cubetti la carne, la si infarina su ogni lato e la si mette da parte. In un tegame si fa un soffritto con cipolla e olio, quindi si versa la carne infarinata, facendola rosolare per qualche minuto, aggiungendo poco alla volta il vino bianco. A questo punto si versano nel tegame i piselli e le patate sbucciate, tagliate a cubetti come lo spezzatino. Si aggiunge del brodo bollente fino a totale copertura degli ingredienti, si copre con un coperchio e si prosegue la cottura per 40 minuti circa a fuoco medio. Trascorso questo tempo, si toglie il coperchio, si regola di sale e si fa restringere il sughetto aumentando l’intensità della fiamma, prima di servire il piatto ben caldo.

Il dolce: i cappelli della befana

Ingredienti per i biscotti: 100 grammi di burro, 250 grammi di farina, 2 uova, 100 grammi di zucchero, la scorza grattugiata di un limone, 3 cucchiai di latte. Ingredienti per la decorazione, per tutti quanto basta: cioccolato fondente, zucchero a velo, marmellata di ciliegia, codette di zucchero e mandorle tritate.

Il burro, tagliato a cubetti, viene impastato con lo zucchero, la farina, la scorza grattugiata del limone, i tuorli e il latte. Con l’impasto ottenuto – che deve risultare liscio e omogeneo – si forma una palla, che viene avvolta nella carta di alluminio e fatta riposare per circa 1 ora in frigorifero. Trascorso questo tempo, con l’aiuto di un mattarello l’impasto viene steso in una sfoglia sottile.

Con l’ausilio di 2 stampini rotondi di dimensioni diverse si formano le basi dei cappelli: dei dischi con lo stampino più grande all’interno del quale verranno formati altri dischi con gli stampini più piccoli. Si imburrano e si infarinano quindi dei cilindretti utilizzati per i cannoli piccoli mentre con la pasta si formano dei piccoli triangoli che vengono avvolti nei cilindretti, facendo aderire la base dei triangolo al cerchio interno delle basi dei cappelli. I biscotti così ottenuti si pongono su una teglia rivestita con la carta da forno, cuocendoli per circa 10 minuti nel forno preriscaldato a 180 gradi.

Al termine della cottura, i cappelli vengono fatti raffreddare, quindi si sfila la pasta dai cilindretti. Si prepara quindi la decorazione, versando su tutti i cappelli il cioccolato precedentemente sciolto a bagnomaria e variando gli altri ingredienti, in modo che i biscotti siano diversi gli uni dagli altri. Per esempio, in alcuni sul cioccolato fuso si poggia la marmellata; in altri le codette colorate o le mandorle tritate; altri ancora vengono spolverati di zucchero a velo. I cappelli così ottenuti vengono disposti ordinatamente su un vassoio, pronti per essere gustati.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto