L’arrivo di Donadoni sblocca anche Destro, Bologna-Atalanta 3-0

Esordisce con una sonante vittoria Roberto Donadoni sulla panchina del Bologna. I padroni di casa battono l’Atalanta per 3-0. Non avevano mai segnato tre gol in questo campionato e oggi hanno messo in rete la metà dei palloni mandati in porta finora in questo campionato. I rossoblu avevano segnato, infatti, 6 gol in 10 giornate, ne hanno realizzati tre oggi al Dall’Ara. Quello che si chiama “Un buon inizio”.

Tutti i giocatori, a fine partita, sotto la curva a farsi festeggaire dai loro tifosi. Ora il Bologna è a 9 punti in classifica.

Dopo la partita Donadoni riconosce i meriti di Delio Rossi: “Io ci sono solo da 4 giorni, non è che tutto è dipeso dalle mie idee. Ora dobbiamo andare avanti”.

 

Bologna in vantaggio solo nel secondo tempo

Bologna in vantaggio contro l’Atalanta al Dall’Allara per 2-0 quando mancano poco più di 20 minuti alla fine della partita. È ka prima volta di Donadoni (bergamasco, tra l’altro) dopo l’esonero di Delio Rossi e trona anche a segnare Mattia Destro, che era diventato un oggetto misterioso. Trov ail gol del 2-0 al 13° del secondo tempo.

E a 5 minuti dalla fine arriva anche il terzo gol del Bologna, lo segna Brienza ed è una rete bellissima. Dopo otto sconfitte, i rossoblù assaggiano la gioia della seconda vittoria in campionato. E il risultato non lascia dubbi sull’impegno profuso dai giocatori.

Prima di lui aveva segnato Giaccherini al 52° dopo un clamoroso errore di Toloi. Passaggio su Sportiello, Giaccherini s’impossessa del pallone, salta in dribbling Stendardo e infila sul palo più vicino del povero Sportiello, incolpevole.

aaaamattia

La sostituzione di Rossi dopo l’ottava sconfitta: le notizie precedenti

Dopo l’ottava sconfitta su dieci partite disputate sconfitta, quella di ieri sera con l’Inter, anche gli “americani” proprietari del club si sono arresi. Il Bologna, così, ha esonerato l’allenatore Delio Rossi (nella foto grande).

Lo ha comunicato la società con una nota nella quale lo ringrazia “per il lavoro svolto con professionalità e competenza”. A quanto pare a Casteldebole, la “cittadella” per gli allenamenti del Bologna, sta per arrivare Roberto Donadoni, che l’anno scorso ha accompagnato in serie A la dignitosa resa del Parma fino al fallimento della società.

aaadonadoni

Roberto Donadoni è stato anche Ct della nazionale, è un gran lavoratore e un ex grande calciatore del Milan, ma nella sua carriera ci sono anche diverse esperienze andate male. La sua bravura nessuna la discute, la sua fermezza e il suo carattere invece sì. Se Saputo non gli ha dato abbastanza garanzie, i tifosi rossoblù avranno ancora ragioni di preoccupazione nel prosieguo del campionato.

Joe Saputo, a qunato pare, voleva Montella, ma l’ex allenatore della Fiorentina, è al di là della sua portata.Così stamattina il patron canadese e l’amministratore delegato Fanucci hanno incontrato l’ex tecnico del Parma col quale ul’accordo è fatto, anche se manca ancora la firma.

Domani Donadoni condurrà il primo allenamento, domenica sfiderà l’Atalanta al Dall Ara. Si parla anche di schemi di gioco: favorito il 3-5-2 al posto del 4-3-3 di Delio Rossi.

 

Le perplessità messe in campo da Donadoni

Donadoni – prima di accettare – avrebbe chiesto una serie di garanzie per due buone ragioni: la via Crucis dell’anno scorso a Parma e la debolezza della squadra allestita – sotto le due Torri – per la A, che è quasi incapace di fare gol.

Ad esempio, il tanto vantato centravanti Mattia Destro – un giovane che come mostra il tweet era arrivato l’estate scorsa alimentando grandi speranze – finora si è rivelato un inatteso flop, ieri il giovane attaccante  si è mangiato all’ultimo minuto un gol a porta vuota, sparando sul portiere dell’Inter Handanovic. Poteva essere il gol dell’1 a 1, che avrebbe evitato l’esonero di Rossi.

Nuovi acquisti a gennaio? La seduta di oggi pomeriggio, comunque, è stata diretta dall’allenatore degli Allievi Paolo Magnani.

 

È già il secondo esonero in serie A

Rossi, ingaggiato ad inizio maggio al posto dell’uruguaiano Diego Lopez, aveva ottenuto una promozione molto sofferta. È il secondo esonero stagionale in Serie A, dopo quello di Castori al Carpi esattamente un mese fa, col quale pure aveva ottenuto la promozione storia in serie A.

 

Difficile situazione di classifica

Delio Rossi lascia, comunque, una squadra al penultimo posto in classifica in Serie A con 6 punti ottenuti grazie a 2 vittorie e con 8 sconfitte sulle spalle.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto