Manchester: uccisa la pianista Natalia Strelle, arrestato il marito e manager (video)

È morta nella notte di domenica la pianista norvegese di origine russa Natalia Strelle (all’anagrafe Natalia Strelchenko), 38 anni, trovata agonizzante con ferite alla testa e al collo nella sua proprietà di Newton Heath, un sobborgo di Manchester, dove viveva con i figli.

La polizia ha fermato John Martin, 48 anni, con lei nella foto in basso, un contrabbassista che ha fatto anche il suo manager. L’uomo è stato trattenuto con l’accusa di omicidio.

 aaaamaritoelei

 

aaaaaadue

Fermato il marito di 48 anni

La notizia è stata data inizialmente dal Telegraph online, che ha precisato che la polizia britannica ha aperto un’indagine e fermato un uomo di 48 anni. Poi si è saputo che era il marito, contrabassista e manager della pianista (con lei nella foto di qualche tempo addietro). Mistero per ora sulle cause dell’omicidio, avvenuto nella villa che appare nella foto in baso, perquisita dalla scientifica (si nota una tuta bianca).

aaaavilla

Ha debuttato a 12 anni
Nata in Russia, debuttante al pianoforte a soli 12 anni con la St. Petersburg Symphony Orchestra, Strelchenko – ritenuta una virtuosa del piano – si era poi trasferita in Norvegia dove aveva preso la cittadinanza ed era ormai conosciuta come una fra le più note pianiste classiche del paese scandinavo.

Nota pure in Gran Bretagna – dove risiedeva da qualche tempo con la famiglia – e in altri paesi, svolgeva un’intensa attività concertistica a livello internazionale. Dal 2014 insegnava inoltre al Conservatorio di Belfort, in Francia, e faceva parte del Trio de Belfort.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto