Il Papa: amnistia per il Giubileo e perdono per l’aborto (Pannella contento)

L’annuncio lo dà lo stesso pontefice in una lettera a monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione: “In occasione del prossimo Giubileo della Misericordia, papa Francesco ha deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l’Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono”. È uno dei passaggi, forse il più rilevante per i fedeli, di quanto scrive Bergoglio in vista dell’apertura dell’anno santo straordinario, il prossimo 8 dicembre.

“Indulgenza anche per chi ha compiuto ingiustizie”

In tema di aborto, già in passato papa Francesco aveva chiesto “misericordia per i gay e per le donne che si sono pentite”. E ora torna sull’argomento aggiungendo però altri temi: “Il Giubileo ha sempre costituito l’opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienza dell’ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società portando il loro contributo onesto”. Inoltre assicura a tutti i carcerati la possibilità di ottenere l’indulgenza plenaria nelle loro celle.

Perdono per i lefebvriani: “Nessuno deve rimanere escluso”

In ultimo un messaggio rivolto al recupero dei rapporti con i lefebvriani. Per lui sono “quei fedeli che per diversi motivi si sentono di frequentare le chiese officiate dai sacerdoti della Fraternità San Pio X. Questo Anno giubilare della Misericordia non esclude nessuno”.

aaaapannella

Pannella: “Evviva papa Francesco”

“Evviva Papa Francesco, stavo per chiederti sii coraggioso, ma avevo un po’ di pudore, speravo arrivasse, è arrivata, chiederò di essere ricevuto dal segretario di Stato Vaticano per rendere grazie formalmente allo stato di Città del Vaticano e a Papa Francesco perché interpreta non solo i sentimenti comuni a coloro che conoscono, ma i sentimenti che le giurisdizioni massime hanno, appoggiando le nostre richieste”: così Marco Pannella (nella foto qui sopra) a Radio Radicale dopo le parole del Papa su amnistia e Giubileo. Pannella è uno dei più grandi sostenito dell’aministia e uno dei più grandi critici per le condizioni di vista dei detenuti nelle carceri italiane.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto