Sciopero improvviso, passeggeri infuriati a Linate e Malpensa

Caldo torrido e partenze per le vacanze bloccate.

Uno sciopero improvviso del personale di terra sta mettendo in seria difficoltà gli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa. La Sea, società che gestisce i due scali, sostiene che i disagi che stanno rientrando, ma la protesta monta sui social network. Alcuni passeggeri lamentano ritardi di oltre due ore.

Code al check in, proteste su Twitter

A Linate “ancora code al check-in, ritardi, ma la situazione si sta normalizzando” scrive Sea, mentre a Malpensa l’assemblea prosegue a oltranza. I sindacati contestano l’ingresso della cooperativa Alpina, arrivata dopo il ritorno di Ryanair a Malpensa, nei servizi di rampa, oggi serviti da società di capitali. Su Twitter sta intanto esplodendo la rabbia dei passeggeri, bloccati in migliaia ai check-in.

A Malpensa a oltranza

I voli in partenza a Malpensa hanno subito ritardi fino a 30 minuti per attendere le operazioni di filtraggio e imbarco dei bagagli.

Alla base della protesta, sfociata in un’assemblea spontanea dalle 5 alle 7 di tutti i dipendenti delle ditte impegnate nei servizi a terra, ci sarebbe l’esito negativo dell’incontro avvenuto ieri in prefettura a Varese: la società Ags, che si occupa di servizi aeroportuali, vorrebbe subappaltare una parte del proprio lavoro alla cooperativa Alpina che i lavoratori aeroportuali contestano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto