Joan Baez, il nuovo disco e poi l’addio: “Non controllo più la voce” (video)

Addio alle scene per Joan Baez. La cantautrice, 77 anni, saluta i fan con un disco “Whistle Down The Wind” e una serie di concerti. La musicista folk, amante e musa di Bob Dylan, uno dei simboli della canzone di protesta degli anni Sessanta, pubblicherà venerdì prossimo, 2 marzo, il nuovo album (nel video sotto, la traccia audio), raccolta di cover e brani inediti, e ha annunciato un tour di addio di passaggio in Italia la prossima estate (5 agosto Verona, 6 Roma, 8 Udine e 9 Bra).

“Per me è una questione di corde vocali: sono diventate più difficili da governare e questo rende il canto faticoso”, ha detto in un’intervista al Corriere della Sera, “Ci vuole più allenamento prima e sul palco devo prestare più attenzione. Quando ho iniziato non dovevo fare nulla di tutto questo”. E così il 2018 passerà alla storia come l’anno degli addi: in questi mesi hanno annunciato il loro ritiro dalle scene Paul Simon, Elton John, Ozzy Osbourne e Neil Diamond.

Conosciuta anche come “l’usignolo di Woodstock” dopo la sua celebre esibizione al festival nel 1969, Joan Baez è un’icona del pacifismo e della lotta per i diritti civili. Fra i suoi brani più celebri, Diamonds & Rust.

Nei suoi 50 anni di carriera ha militato nel movimento per i diritti civili e ha introdotto Bob Dylan (insieme nella foto sotto) nel mondo musicale nel 1963. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Lifetime Achievement Award della Recording Academy e il premio Ambassador of Conscience di Amnesty International.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto