Lo smog causa la caduta dei capelli: “Attenzione soprattutto d’inverno”

Lo smog danneggia il capelli fino al punto di farli cadere. Lo spiega a SaluteDomani.com il presidente dell’International Hair Research Foundation (Ihr), Fabio Rinaldi, il dermatologo che insegna alla Sorbona di Parigi, che aggiunge: “Il fusto dei capelli è come una spugna, che assorbe tutto quel che c’è nell’atmosfera attraverso la cuticola esterna, compresi odori, fumo di sigaretta, polveri sottili, metalli pesanti, gas di scarico e quant’altro ammorba l’aria delle nostre città”.

Da fragilità a dermatiti soprattutto in inverno

Nell’ipotesi migliore – prosegue il dermatologo – il danno è solo estetico dato che i capelli si sfibrano e si opacizzano. Ma a ruota arrivano altri problemi, si legge nella compagna dell’Ihrf “Cosa respirano i tuoi capelli”: fragilità, ma anche irritazioni e dermatiti che peggiorano in inverno a causa dell’aumento di polveri sottili e monossido di carbonio.

“Il 38% delle patologie nei mesi freddi”

“Nel 38% delle persone che abbiamo visitato in novembre e che avevamo controllato in luglio”, aggiunge Rinaldi, “abbiamo riscontrato a livello del cuoio capelluto le presenza di una dermatite irritativa, assente durante il periodo estivo”. Se la situazione peggiora, con il subentro di infiammazioni e malattie della cute, ecco che si può arrivare alla perdita dei capelli.

I rimedi per combattere l’inquinamento

C’è possibilità di un rimedio? “Prima di tutto, lavando spesso i capelli”, spiega ancora il dermatologo. “Meglio una volta in più che in meno e comunque, specie per chi abita in una grande città, è assolutamente consigliabile lavarli al massimo ogni 3 giorni. Che i lavaggi troppo frequenti danneggino i capelli, infatti, è un falso mito, da sfatare. Fare spesso lo shampoo con il prodotto giusto – delicato, a pH neutro, con l’indicazione ‘per lavaggi frequenti’ è la prima mossa per allontanare dalle nostre chiome e dal cuoio capelluto, oltre allo sporco, tutte le sostanze inquinanti”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto